Sébastien Jarrot


Sébastien Jarrot  | Basso Bikes
Vivo e pedalo nel cuore delle Alpi francesi, ad Annecy. Sono uno scalatore, gareggio e pedalo da 30 anni.
Andare in bici è uno stile di vita per me e amo condividere la mia passione con la comunità. In estate, mi concentro realmente sull'allenamento e sulle gare, mentre off-season adoro il gravel ed esplorare strade sconosciute con gli amici e gli appassionati di ciclismo, riconnettendomi con l'anima del ciclismo, in armonia con la natura. 
Credo davvero che il ciclismo sia lo sport più bello al mondo.

1) Quando e come hai iniziato a praticare il ciclismo?

Ho iniziato col ciclismo circa 30 anni fa, in una scuola di ciclismo locale nel nord della Francia, chiamata La Champagne, dalla terra natale del vino. Ho cominciato con la mountain bike, fino all'età di 18 anni, poi sono passato al triathlon off road e infine alla strada ed oggi alterno le gare su strade alle avventure su gravel.

2) Qual è il tuo approccio al ciclismo?

Io su due ruote. Dipende dal periodo dell'anno: gareggio ancora in estate, specialmente nelle gare in cui si scalano le salite locali, molto popolari nelle Alpi. Nei periodi off-season prediligo maggiormente l'off-road, con la mia gravel, per riconnettermi con l'anima del ciclismo, cercando strade meno battute e condividendo la mia passione con gli amici.
L'autunno è il periodo perfetto dell'anno per quello che chiamo gravel alpino, che consiste in strade di fango o sterrate - ma ancora pedalabili - che connettono le vallate alpine ad elevata altitudine; esplorando l'inesplorato su due ruote.

3) Dove ti piacerebbe pedalare in futuro?

Quest'anno ho un programma piuttosto fitto sia su strada che off-road. Un paio di viaggi a Girona, la mecca del ciclismo, poi l'Italia nelle Alpi Giulie ed il lato nascosto dei passi Lombardi e Svizzeri. 

4) Cosa ti piace di più di Basso e delle nostre biciclette?

Onestamente, il design. Basso produce biciclette stupende, con una manodopera perfetta, colori fantastici e una grande attenzione ai dettagli. La mia Palta è il coltellino svizzero del ciclismo:   There is no reason to have a such great bike, but you just want it. On the rational side, my Palta is a the Swiss knife of cycling: asfalto, ghiaia, fango, si adatta a tutte le superfici ed è davvero stabile a tutte le velocità.